Racconti

In questa pagina tutti i racconti di Smezziamo.it, buona lettura

 

Attualità

La privazione del sonno può fare brutti scherzi, tra cui far sembrare che il mondo sia tornato indietro di 20 anni. Basta una boy band un po’ vintage ancora in voga e un Primo Ministro britannico che ricorda la Thatcher ed ecco che per la nostra protagonista si apre un universo parallelo…abbastanza inquietante. Il tutto proprio mentre un nuovo ribaltone in UK sembra avvenire, May-be.

Binario Parallelo

Il controllore Antonio Prevosti era sempre lo stesso, da anni. Anni, anni, anni e ancora anni e faceva questo stesso lavoro con pazienza. Tanta.
Almeno quella che serve per affrontare questo strano viaggio in autobus…

Lo dice la tv: quest’oggi alle cinque, il mondo finirà. Altro che thè pomeridiano o aperitivo, qui la cosa si fa molto più seria. Certo i Maya già hanno sbagliato una volta, figurarsi. Però per sicurezza, meglio tornare a casa in tempo…

L’amore tra Irma e Clemente nasce come un lampo improvviso alla velocità della luce. Un amore intenso, carnale e profondo che copre distanze tempo spaziali che sembrano siderali che ci teletrasportano in universi lontani…tipo a Torre Annunziata.

Eroe

L'invisibile

Notturni

Le 22: «Mi dispiace signori, ma ci fermiamo qui!» e in effetti proprio letteralmente. Proprio quando il 2020 sembra assurdo, può diventare ancora più…surreale? Certo, se sono le 22!

504, ultima corsa del giovedì, ore 23:37.

Una donna misteriosa si avvicina all’orecchio del protagonista. Un sussurro, veloce e secco, apre la mente ad una serie di riflessioni sulla vita, della durata di qualche fermata.

di Arundo Donald   Nel breve tratto di strada il metabolismo urbano produceva e consumava una notevole energia. Affollate vetrine, incalzanti mendicanti vestiti abbondanti, bambini, anziani, tutti concorrevano nel gorgoglioso ribollio natalizio. “Proprio oggi che è Natale”, pensò Marco scrutando attento la strada e spostando con la mano il... Continue Reading

Ogni possibile direzione

Satif, destinazione Nomentana

Serie

“Rosso di sera”: l’inizio di un proverbio e/o una frase fatta o l’indizio per un inizio di una caccia al tesoro alla ricerca del sacro, alcolico, Graal da godersi alla luce di una zona troppo rossa per essere illuminata e schiarita dal faro di una vecchia vespa?

StopOnomasticA

Ultimi Racconti

Il controllore Antonio Prevosti era sempre lo stesso, da anni. Anni, anni, anni e ancora anni e faceva questo stesso lavoro con pazienza. Tanta.
Almeno quella che serve per affrontare questo strano viaggio in autobus…

Lo dice la tv: quest’oggi alle cinque, il mondo finirà. Altro che thè pomeridiano o aperitivo, qui la cosa si fa molto più seria. Certo i Maya già hanno sbagliato una volta, figurarsi. Però per sicurezza, meglio tornare a casa in tempo…

Kadijah e Sveva: due vite e due esistenze così lontane e distanti che nel breve attimo di un momento diventano due rotelline minuscole ma fondamentali di un misterioso ingranaggio di destini che improvvisamente, si mette definitivamente in moto…

L’amore tra Irma e Clemente nasce come un lampo improvviso alla velocità della luce. Un amore intenso, carnale e profondo che copre distanze tempo spaziali che sembrano siderali che ci teletrasportano in universi lontani…tipo a Torre Annunziata.

Uncategorized